CONTENUTO DELLA PAGINA

CULTURA E TURISMO

CULTURA E TURISMO

Feste e Prodotti

Ricco di appuntamenti è il calendario delle festività.I primi festeggiamenti dell'anno sono in onore di S. Isidoro il 15 maggio, durante i quali ricade anche la sagra della pecora. Ai presenti viene offerta carne di pecora bollita e formaggio, il tutto allietato dall'accensione di un falò. La processione, particolarmente suggestiva, vede sfilare cavalli e trattori rigorosamente addobbati.

Segue il 7 luglio la festa di S. Elia e il 24 agosto S. Bartolomeo, con il quale viene ogni anno inaugurata la ''mostra di pittura e scultura'' visitabile fino alla festa di S. Lucia, la prima domenica di settembre, dove alla solenne religiosità si uniscono i festeggiamenti civili con canti, balli e un succulento pranzo che si svolge nel vicino bosco di Arrosciu.

Un altro appuntamento è fissato per l'8 ottobre, Santa Reparata. Ad Escovedu il 13 giugno ricorre S. Antonio da Padova, mentre il 2 settembre si celebra S. Vito.

Dalle genuine terre delle campagne di Usellus, dove pascolano ovini, suini e bovini, nascono i sapori degli immancabili latticini, ricotte e formaggi e delle prelibate carni, cucinate secondo la tradizione di semplici ricette.

Dalle pendici della montagna nascono i vini dei rigogliosi vigneti e l'olio extravergine di antichi uliveti.

L'abilità e la creatività di una ceramista, l'ingegnosità di un coltellaio, artisti della pietra, del legno, pittori.... completano, come piccole e immancabili tessere di un mosaico, questo piccolo ed emozionante incontro con Usellus.

Useddus - Festas e Prodotus (Versione in sardo)

Ricu de àtobius est su calendàriu de is festas. Is primus afestus de s'annu funt cussus in onori de S.Isidoru su 15 de Maju, anca ddui ferrit puru sa sagra de sa berbei. A is chi andant benit cumbidada petza a buddiu de berbei e casu, su totu alligritau de s'alluidura de unu fogadoni. Sa prucessioni, in mesu a totu ispantosa, bit isfilai cuaddus e tratoris rigorosamenti cuncodraus.

Sighit su 7 de su Mesi de Argiolas sa festa de S.Elias e su 24 Austu de S.Bartulumeu, innui benit inaugurada ònnia annu sa ''Mosta de Pintura e de Iscultura'' chi si podit bisitai fintzas a sa festa de S.Luxia, su primu domigu de Capudanni, innui a sa grandu religiosidadi si aciungint a pari is afestus tzivilis cun cantus, baddus e unu prangiu suciosu chi si fait in su padenti acanta de s'Arroxiu.

Un àteru àtobiu est fissau po s'8 de su mesi de ladàmini, Santa Reparada. In Escovedu su 13 de su mesi de làmpadas recurrit S.Antoni de Paduva, mentris su 2 de cabudanni si afestat S.Idu.

Dae is santzeras terras de su sartu de Useddus, innui pascint berbescinus, porcinus, e boinus, nascint is saboris, chi non manchint, de is prodotus de su lati, su rascotu e su casu e de sa petza bella, cota segundu sa traditzioni de simpris ritzetas.
Dae is caladroxas de su monti nascint is binus de is bìngias crescias beni e s'olluermau de olivarius antigus.
S'abilidadi e su isciri creai de una strexaja, su inginniu de unu gorteddaju, artistas de sa pedra, de sa linna, pintoris... acabant, comenti incueddeddus de unu mosaicu chi non depint mancai, custu àtobiu piticu e emotzionanti cun Useddus.

Torna all'inizio della pagina

AIUTI, SOTTOMENU DELLA PAGINA E ALTRE SEZIONI DEL SITO

Torna all'inizio della pagina